Categorie

Commenti recenti

    Archivio Durazzo Giustiniani

    Tela, Adamo ed Eva, Luca Giordano

    Oggetto: Tela
    Autore: Luca Giordano
    Soggetto: Adamo ed Eva
    Data:
    Collezione: Collezione Gentile
    Descrizione iconografica:
    Misure: H: 74,5 cm ca., L: 49,5 cm ca.
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Emanuele Filiberto Di Negro, Via al Ponte Reale 2
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1780, pag. 121
    Fonte manoscritta:
    - Inventario 2 dicembre 1811, Genova, Archivio Durazzo Giustiniani, Archivi Pallavicini, Carte Gentile, busta 1.
    Annotazioni:
    - Inventario 2 dicembre 1811, Santino Tagliafichi lo attribuisce a Sinibaldo Scorza.
    - Le misure dell’opera sono ricavate dall’inventario, espresse in palmi sono state calcolate, approssimando il palmo a 24,8 cm.
    Bibliografia:
    - P. Boccardo (a cura di), “L’età di Rubens. Dimore, committenti e collezionisti genovesi.”, Milano, Skira, 2005, pag. 379.
    - M. G. Bernardini, S. Danesi Squarzina, C. M. Strinati (a cura di), “Studi di storia dell’arte in onore di Denis Mahon”, Milano, Electa, 2000, pag. 205-213.

    Tela, Miracoli del beato Ignazio da Loyola, Pieter Paul Rubens

    Oggetto: Tela
    Autore: Pieter Paul Rubens
    Soggetto: Miracoli del beato Ignazio di Loyola
    Data:
    Collezione: Collezione Gentile
    Descrizione iconografica:
    Misure: H: 74,5 cm ca., L: 49,5
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Emanuele Filiberto Di Negro, Via al Ponte Reale 2
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1780, pag. 121
    Fonte manoscritta:
    - Inventario 2 dicembre 1811, Genova, Archivio Durazzo Giustiniani, Archivi Pallavicini, Carte Gentile, busta 1.
    Annotazioni:
    - Per questioni ereditarie, nel 1811, la tela viene venduta, con un blocco di altre opere in collezione Gentile, ad Agostino Adorno.
    - Le misure dell’opera sono ricavate dall’inventario, espresse in palmi sono state calcolate, approssimando il palmo a 24,8 cm.
    Bibliografia:
    - P. Boccardo (a cura di), “L’età di Rubens. Dimore, committenti e collezionisti genovesi.”, Milano, Skira, 2005, pag. 42-43.
    - Ibidem, pag. 379.
    - M. G. Bernardini, S. Danesi Squarzina, C. M. Strinati (a cura di), “Studi di storia dell’arte in onore di Denis Mahon”, Milano, Electa, 2000, pag. 205-213.
    - AA.VV, “Rubens a Genova. Genova, Palazzo Ducale, 18 dicembre 1977-12 febbraio 1978”, Genova, La Stampa, 1977, pag. 237.

    Tela, Banchetto, Bachiacca

    Oggetto: Tela
    Autore: Bachiacca
    Soggetto: Banchetto
    Data:
    Collezione: Collezione Gentile
    Descrizione iconografica:
    Misure: H: 74,5 cm ca., L: 49,5 cm ca.
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Emanuele Filiberto Di Negro, Via al Ponte Reale 2
    Ubicazione attuale: Genova, Collezione Privata
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1780, pag. 121
    Fonte manoscritta:
    - Inventario 2 dicembre 1811, Genova, Archivio Durazzo Giustiniani, Archivi Pallavicini, Carte Gentile, busta 1.
    Annotazioni:
    - Ratti 1780, la attribuisce a Domenichino.
    - Per questioni ereditarie, nel 1811, la tela viene venduta, con un blocco di altre opere in collezione Gentile, ad Agostino Adorno.
    - Inventario 2 dicembre 1811, Santino Tagliafichi lo attribuisce ad Andrea Del Sarto.
    - Le misure dell’opera sono ricavate dall’inventario, espresse in palmi sono state calcolate, approssimando il palmo a 24,8 cm.
    - Piero Torriti lo attribuisce al Bachiacca.
    Bibliografia:
    - P. Boccardo (a cura di), “L’età di Rubens. Dimore, committenti e collezionisti genovesi.”, Milano, Skira, 2005, pag. 379.
    - M. G. Bernardini, S. Danesi Squarzina, C. M. Strinati (a cura di), “Studi di storia dell’arte in onore di Denis Mahon”, Milano, Electa, 2000, pag. 205-213.
    - P. Torriti, “Tesori di Strada Nuova: la Via Aurea dei genovesi”, Genova, Sagep, 1982, pag. 136.

    Pittura su rame, Madonna con il Bambino e Santi, Pieter Paul Rubens

    Oggetto: Pittura su rame
    Autore: Pieter Paul Rubens
    Soggetto: Madonna con il Bambino e santi
    Data:
    Collezione: Collezione Gentile
    Descrizione iconografica:
    Misure: H: 74,5 cm ca., L: 49,5
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Emanuele Filiberto Di Negro, Via al Ponte Reale 2
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1780, pag.121
    - Alizeri 1846 Vol. II, pag. 433
    - Alizeri 1875, pag. 188
    Fonte manoscritta:- Inventario 2 dicembre 1811, Genova, Archivio Durazzo Giustiniani, Archivi Pallavicini, Carte Gentile, busta 1.
    Annotazioni:
    - Ratti 1780, non specifica la superficie del dipinto.
    - Per questioni ereditarie, nel 1811, la tela viene venduta, con un blocco di altre opere in collezione Gentile, ad Agostino Adorno.
    - Inventario 2 dicembre 1811, Santino Tagliafichi lo indica come dipinto su rame.
    - Le misure dell’opera sono ricavate dall’inventario, espresse in palmi sono state calcolate, approssimando il palmo a 24,8 cm.
    Bibliografia:
    - P. Boccardo (a cura di), “L’età di Rubens. Dimore, committenti e collezionisti genovesi.”, Milano, Skira, 2005, pag. 43.
    - Ibidem, pag.379
    - M. G. Bernardini, S. Danesi Squarzina, C. M. Strinati (a cura di), “Studi di storia dell’arte in onore di Denis Mahon”, Milano, Electa, 2000, pag. 205-213.

    Tela, L’ Arcangelo Michele, Guido Reni

    Oggetto: Tela
    Autore: Guido Reni
    Soggetto: Arcangelo Michele
    Data:
    Collezione: Collezione Gentile
    Descrizione iconografica:
    Misure: H: 74,5 cm ca., L: 49,5 cm ca.
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Emanuele Filiberto Di Negro, Via al Ponte Reale 2
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1780, pag. 121
    Fonte manoscritta:
    - Inventario 2 dicembre 1811, Genova, Archivio Durazzo Giustiniani, Archivi Pallavicini, Carte Gentile, busta 1.
    Annotazioni:
    - Per questioni ereditarie, nel 1811, la tela viene venduta, con un blocco di altre opere in collezione Gentile, ad Agostino Adorno.
    - Le misure dell’opera sono ricavate dall’inventario, espresse in palmi sono state calcolate, approssimando il palmo a 24,8 cm.
    - La Fondazioni Zeri segnala una copia del San Michele Arcangelo, conservato nella chiesa di Santa Maria della Concezione a Roma, che misura 70 cm in altezza e 50 cm in larghezza. La copia è inoltre segnalata insieme ad altre due opere rappresentanti gli arcangeli ricordando, appunto, il lotto “Detto di Guido Reni rappresentante li tre Angeli S. Raffaele, S. Gabriele e S. Michele”, presente nell’inventario del 1811.
    Bibliografia:
    - P. Boccardo (a cura di), “L’età di Rubens. Dimore, committenti e collezionisti genovesi.”, Milano, Skira, 2005, pag. 379.
    - M. G. Bernardini, S. Danesi Squarzina, C. M. Strinati (a cura di), “Studi di storia dell’arte in onore di Denis Mahon”, Milano, Electa, 2000, pag. 205-213.

    Pittura su rame, San Francesco mostra le stigmate, Pieter Paul Rubens

    Oggetto: Pittura su rame
    Autore: Pieter Paul Rubens
    Soggetto: San Francesco mostra le stigmate
    Data:
    Collezione: Collezione Gentile
    Descrizione iconografica:
    Misure: H: 74,5 cm ca., L: 49,5
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Emanuele Filiberto Di Negro, Via al Ponte Reale 2
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1780, pag.121
    - Alizeri 1846 Vol. II, pag. 433
    - Alizeri 1875, pag. 188
    Fonte manoscritta:
    - Inventario 2 dicembre 1811, Genova, Archivio Durazzo Giustiniani, Archivi Pallavicini, Carte Gentile, busta 1.
    Annotazioni:
    - Ratti 1780, non specifica la superficie del dipinto.
    - Per questioni ereditarie, nel 1811, la tela viene venduta, con un blocco di altre opere in collezione Gentile, ad Agostino Adorno.
    - Inventario 2 dicembre 1811, Santino Tagliafichi lo indica come dipinto su rame.
    - Le misure dell’opera sono ricavate dall’inventario, espresse in palmi sono state calcolate, approssimando il palmo a 24,8 cm.
    Bibliografia:
    - P. Boccardo (a cura di), “L’età di Rubens. Dimore, committenti e collezionisti genovesi.”, Milano, Skira, 2005, pag. 43.
    - Ibidem, pag.379
    - M. G. Bernardini, S. Danesi Squarzina, C. M. Strinati (a cura di), “Studi di storia dell’arte in onore di Denis Mahon”, Milano, Electa, 2000, pag. 205-213.

    Tela, Filosofo, Tiziano

    Oggetto: Tela
    Autore: Tiziano
    Soggetto: Filosofo
    Data:
    Collezione: Collezione Gentile
    Descrizione iconografica:
    Misure:
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Emanuele Filiberto Di Negro, Via al Ponte Reale 2
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1780, pag.121
    Fonte manoscritta:
    Annotazioni:
    Bibliografia:

    Tela, Ritratto di donna, Luca Cambiaso

    Oggetto: Tela
    Autore: Luca Cambiaso
    Soggetto: Ritratto di donna
    Data:
    Collezione: Collezione Gentile
    Descrizione iconografica:
    Misure: H: 149 cm ca., L: 111,5 cm ca.
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Emanuele Filiberto Di Negro, Via al Ponte Reale 2
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1780, pag. 121
    Fonte manoscritta:
    - Inventario 2 dicembre 1811, Genova, Archivio Durazzo Giustiniani, Archivi Pallavicini, Carte Gentile, busta 1.
    Annotazioni:
    - Le misure dell’opera sono ricavate dall’inventario, espresse in palmi sono state calcolate, approssimando il palmo a 24,8 cm.
    Bibliografia:
    - L. Magnani (a cura di), “Collezionismo e spazi del collezionismo. Temi e sperimentazioni”, Roma, Gangemi, 2014, pag. 119.
    - P. Boccardo (a cura di), “L’età di Rubens. Dimore, committenti e collezionisti genovesi.”, Milano, Skira, 2005, pag. 379.
    - M. G. Bernardini, S. Danesi Squarzina, C. M. Strinati (a cura di), “Studi di storia dell’arte in onore di Denis Mahon”, Milano, Electa, 2000, pag. 205-213.

    Tela, Tobia e l’Angelo, Giovanni Andrea Ansaldo

    Oggetto: Tela
    Autore: Giovanni Andrea Ansaldo
    Soggetto: Tobia e l’Angelo
    Data:
    Collezione: Collezione Gentile
    Descrizione iconografica:
    Misure: H: 200 cm, L: 165 cm
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Emanuele Filiberto Di Negro, Via al Ponte Reale 2
    Ubicazione attuale: Genova, Collezione privata
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1780, pag. 121
    Fonte manoscritta:
    - Inventario 2 dicembre 1811, Genova, Archivio Durazzo Giustiniani, Archivi Pallavicini, Carte Gentile, busta 1.
    Annotazioni:
    - Ratti 1780, la attribuisce a Simone da Pesaro.
    - Per questioni ereditarie, nel 1811, la tela viene venduta, con un blocco di altre opere in collezione Gentile, ad Agostino Adorno.
    - Inventario 2 dicembre 1811, Santino Tagliafichi lo attribuisce a Simone da Pesaro.
    - Piero Torriti la attribuisce a Giovanni Andrea Ansaldo.
    Bibliografia:
    - P. Boccardo (a cura di), “L’età di Rubens. Dimore, committenti e collezionisti genovesi.”, Milano, Skira, 2005, pag. 379.
    - M. G. Bernardini, S. Danesi Squarzina, C. M. Strinati (a cura di), “Studi di storia dell’arte in onore di Denis Mahon”, Milano, Electa, 2000, pag. 205-213.
    - P. Torriti, “Tesori di Strada Nuova: la Via Aurea dei genovesi”, Genova, Sagep, 1982, pag.194-195.

    Tela, Cristo Coronato di spine, Caravaggio

    Oggetto: Tela
    Autore: Caravaggio
    Soggetto: Cristo coronato di spine
    Data:
    Collezione: Collezione Gentile
    Descrizione iconografica:
    Misure: H: 173,5 cm ca. L: 235,5
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Emanuele Filiberto Di Negro, Via al Ponte Reale 2
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1780, pag. 121
    Fonte manoscritta:
    - Inventario 2 dicembre 1811, Genova, Archivio Durazzo Giustiniani, Archivi Pallavicini, Carte Gentile, busta 1.
    Annotazioni:
    - Le misure dell’opera sono ricavate dall’inventario, espresse in palmi sono state calcolate, approssimando il palmo a 24,8 cm.
    - Franco Pesenti ha proposto un’identificazione con L’incoronazione di spine conservato a Palazzo degli Alberti a Prato.
    Bibliografia:
    - P. Boccardo (a cura di), “L’età di Rubens. Dimore, committenti e collezionisti genovesi.”, Milano, Skira, 2005, pag. 379.
    - F. Simonetti (a cura di), “Orazio Gentileschi e Pietro Molli”, Genova, San Giorgio, 2005, pag.40.
    - AA.VV., “Grande pittura genovese dall’Ermitage da Luca Cambiaso a Magnasco”, Milano, Mazzotta, 2002, pag. 70
    - M. G. Bernardini, S. Danesi Squarzina, C. M. Strinati (a cura di), “Studi di storia dell’arte in onore di Denis Mahon”, Milano, Electa, 2000, pag. 205-213.
    - S. J. Barnes, P. Boccardo, C. Di Fabio, L. Tagliaferro (a cura di), “Van Dyck a Genova. Grande pittura e collezionismo”, Milano, Electa, 1997, pag. 156.
    - E.Gavazza e G. Rotondi Terminiello (a cura di), “Genova nell’età Barocca”, Milano, Nuova Alfa Editoriale, 1992, pag. 74-81.
    - AA.VV., “Scritti in onore di Giuliano Briganti”, Milano, Longanesi, 1990, pag. 188.