Categorie

Commenti recenti

    Vite 1769

    Tela, Morte di Adone, Domenico Fiasella

    Oggetto: Tela
    Autore: Domenico Fiasella
    Soggetto: Morte di Adone
    Data:
    Collezione: Collezione Cristoforo Centurione
    Descrizione iconografica: “[…] la favola d’Adone trafitto, e disteso in terra alla bocca d’una grotta col cane appo, Venere svenuta, e sostenuta da due Donne, e un putto nudo appo, che porge l’acqua in una scudeletta, e Cupido, che porge in atto d’esibire alcuni fiori ad’una delle dette Donne […]”
    Misure: H: 161 cm ca., L: 242 cm ca.
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Andrea Pitto, Piazza Fossatello 3
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Soprani, 1674, pag. 247.
    - Soprani-Ratti, 1769, pag. 229
    Fonte manoscritta:
    - Inventario dei beni mobili del palazzo di Battista Centurione, Via del Campo 1, in ASGE, Notai giudiziari 2749 Cesare Baldi, fasc. 388 c. 80v
    Annotazioni:
    - La tela risulta dispersa.
    Bibliografia:
    - E. Gavazza, G. Rotondi Terminiello (a cura di), “Genova nell’età Barocca”, Milano, Nuova Alfa Editoriale, 1992, pag. 118-119
    – P. Donati (a cura di),
    “Domenico Fiasella”, Genova, Sagep, 1990, pag. 31-46.
    – R. Aiolfi, B. Barbero, C. Varaldo (a cura di),
    “La Pinacoteca civica di Savona”, Savona, Sabatelli, 1975, pag. 138-139.

    Tela, Venere e Marte scoperti da Vulcano, Domenico Fiasella

    Oggetto: Tela
    Autore: Domenico Fiasella
    Soggetto: Venere e Marte scoperti da Vulcano
    Data: 1620 ca
    Collezione: Collezione Cristoforo Centurione
    Descrizione iconografica: “[…] la fucina di Vulcano, dove sono tre, che lavorano, et uno col soffietto accende il fuoco, dall’altra parte Venere in atto di svenire con alcune donne di suo seguito attorno, indi tre genii, che manegiano, e portano qualche parte d’armatura di ferro, che sono in tutto undeci figure […]”
    Misure: H: 161 cm ca., L: 248 cm ca.
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Andrea Pitto, Piazza Fossatello 3
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Soprani, 1674, pag. 247.
    - Soprani-Ratti, 1769, pag. 229
    Fonte manoscritta:
    - Inventario dei beni mobili del palazzo di Battista Centurione, Via del Campo 1, in ASGE, Notai giudiziari 2749 Cesare Baldi, fasc. 388 c. 80v
    Annotazioni:
    - La tela risulta dispersa.
    Bibliografia:
    - E. Gavazza, G. Rotondi Terminiello (a cura di), “Genova nell’età Barocca”, Milano, Nuova Alfa Editoriale, 1992, pag. 118-119
    – P. Donati (a cura di),
    “Domenico Fiasella”, Genova, Sagep, 1990, pag. 31-46.
    – R. Aiolfi, B. Barbero, C. Varaldo (a cura di),
    “La Pinacoteca civica di Savona”, Savona, Sabatelli, 1975, pag. 138-139.

    Tela, Il trionfo di Bacco fanciullo, Antoon van Dyck e Jan Roos

    Oggetto: Tela
    Autore: Antoon van Dyck e Jan Roos
    Soggetto: Il trionfo di Bacco fanciullo
    Data: 1625
    Collezione: Collezione Gentile
    Descrizione iconografica:
    Misure: H: 149 cm ca., L: 173,5 cm ca.
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Emanuele Filiberto Di Negro, Via al Ponte Reale 2
    Ubicazione attuale: Zurigo, Kunsthaus
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1780, pag. 119
    - Soprani-Ratti 1769, pag. 448
    Fonte manoscritta:
    - Inventario 2 dicembre 1811, Genova, Archivio Durazzo Giustiniani, Archivi Pallavicini, Carte Gentile, busta 1.
    Annotazioni:
    - Ratti 1780, la attribuisce a Pieter Paul Rubens.
    - Le misure dell’opera sono ricavate dall’inventario, espresse in palmi sono state calcolate, approssimando il palmo a 24,8 cm.
    Bibliografia:
    - P. Boccardo (a cura di), “L’età di Rubens. Dimore, committenti e collezionisti genovesi.”, Milano, Skira, 2005, pag. 392.
    - M. G. Bernardini, S.Danesi Squarzina, C. M. Strinati (a cura di), “Studi di storia dell’arte in onore di Denis Mahon”, Milano, Electa, 2000, pag. 205-213.

    Pitture su rame, Cristo condannato a morte, Domenico Parodi

    Oggetto: Pittura su rame
    Autore: Domenico Parodi
    Soggetto: Condanna di Cristo
    Data:
    Collezione: Collezione De Ferrari
    Descrizione iconografica: Soprani-Ratti 1769 Vol II: “[…] Cristo condannato a morte, con vivissima espressione di varj affetti nelle persone dipintevi: cioè, in altre di fierezza, e in altre di scherno. Anche questo quadro contiene inscizioni nella sedia del Giudice. Nel mezzo vi si legge: Tiber. Imper. All’intorno poi d’ essa si finisce di leggere: Tiberio V. Aelio Seiano Coss. V. C. DCCLXXXIII. IVL. LXXVI […]”
    Misure:
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo di Gio. Andrea Cicala, Via Canneto il Lungo 17
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1766, pag. 98
    - Soprani-Ratti 1769 Vol II, pag. 212
    - Ratti 1780, pag. 109
    Fonte manoscritta:
    Annotazioni:
    - Ratti 1766, segnalata come tavola, elencata tra tavole di soggetto generico.
    Bibliografia:

    Pittura su rame, Battesimo Cristo, Domenico Parodi

    Oggetto: Pittura su rame
    Autore: Domenico Parodi
    Soggetto: Battesimo di Cristo
    Data:
    Collezione: Collezione De Ferrari
    Descrizione iconografica: Soprani-Ratti 1769 Vol II: “[…] Oltre al Cristo, e al S. Gio. Battista, vi si vedono altre figure di gente colà concorse, per ricevere anch’esse quel battesimo di penitenza. […] un soldato, che si veste sulla riva del fiume; ed ha a lato uno scudo, in cui sono scritte le seguenti parole: Licin. Crass. Et Calpur. Pis. Coss. Tib. XV. V. C. DCCIXXIX. IVL. LXXII […].”
    Misure:
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo di Gio. Andrea Cicala, Via Canneto il Lungo 17
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1766, pag. 98
    - Soprani-Ratti 1769 Vol II, pag. 212
    - Ratti 1780, pag. 109
    Fonte manoscritta:
    Annotazioni:
    - Ratti 1766, segnalata come tavola, elencata tra tavole di soggetto generico.
    Bibliografia:

    Pittura su rame, Le nozze di Cana, Domenico Parodi

    Oggetto: Pittura su rame
    Autore: Domenico Parodi
    Soggetto: Nozze di Cana
    Data:
    Collezione: Collezione De Ferrari
    Descrizione iconografica: Soprani-Ratti 1769 Vol II: “[…] Lo splendore degli abiti, l’apparato della tavola, gli arredi della credenza, e soprattutto la disposizione delle figure, e le fisonomie de’ Convitati sono affitto proprie dell’egregio Veronese: come pure i magnifici vasi: ne’ quali piacque all’ erudito Parodi d’ apporre alcune brevi inscrizioni indicanti i nomi de’ Romani, e degli Ebrei allora regnanti. In una si legge Ivn. Sylan. Sil. Nerva Coss. In un’ altra avvi: Anno Tib. XVI. IVl. LXXIII. Ed in un’ altra cosi sta scritto : V.C. DCCLXXX. IVl. LXXIII. Tetrarch. Antipae XXXI. BELLI CONTRA Aretam ANNO TERTIO […]”
    Misure:
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo di Gio. Andrea Cicala, Via Canneto il Lungo 17
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1766, pag. 98
    - Soprani-Ratti 1769 Vol II, pag. 211
    - Ratti 1780, pag. 109
    Fonte manoscritta:
    Annotazioni:
    - Ratti 1766, segnalata come tavola, elencata tra tavole di soggetto generico.
    Bibliografia:

    Pittura su Rame, Morte di Lucrezia, Domenico Parodi

    Oggetto: Pittura su Rame
    Autore: Domenico Parodi
    Soggetto: Morte di Lucrezia
    Data: 1703
    Collezione: Collezione De Ferrari
    Descrizione iconografica: Soprani-Ratti 1769 Vol II: “[…] Lucrezia sopra d’ un letto in atto di spirar l’ anima. Stanno intorno a lei le sue donne; alcune delle quali piangono; altre mirano stupefatte, e dolorose la piaga . Collatino vedesi quivi immerso nel lutto, con le mani al viso; e a lato v’ è Giunio Bruto, il quale con la destra alzata da ad intendere, che fa il solenne giuramento […].”
    Misure:
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo di Gio. Andrea Cicala, Via Canneto il Lungo 17
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1766, pag. 98
    - Soprani-Ratti 1769 Vol II, pag. 211
    - Ratti 1780, pag. 109
    Fonte manoscritta:
    Annotazioni:
    - Ratti 1766, segnalata come tavola.
    - Dal catalogo della “Fondazione Zeri” si apprende che il rame è stato immesso nel mercato antiquario.
    - Se ne trova traccia, come lotto in vendita, sul catalogo on line della casa d’asta Bonhams (5 Dicembre 2007).
    Bibliografia:

    Tela, Storie di Enea: Vulcano consegna le armi ad Enea, Lorenzo De Ferrari

    Oggetto: Tela
    Autore: Lorenzo De Ferrari
    Soggetto: Vulcano consegna le armi ad Enea
    Data: 1735 ca.
    Collezione:
    Ratti 1766, Collezione Bartolomeo Saluzzo
    Descrizione iconografica:
    Misure:
    Ubicazione d’epoca:
    Genova, Palazzo Giusso, Via Chiabrera 7
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1766, pag. 96
    - Soprani-Ratti 1769, pag 263
    - Ratti 1780, pag. 108
    - Alizeri 1875, pag. 44
    Fonte manoscritta:
    Annotazioni:
    - Ratti 1766 e 1780, indica tre tele di soggetto generico.
    - Dispersa dopo l’ultimo conflitto mondiale.
    Bibliografia:
    - E. Poleggi, F. Caraceni Poleggi (a cura di), “Descrizione della città di Genova da un anonimo del 1818”, Genova, Sagep, 1969, pag. 237.
    - E. Gavazza, “Lorenzo De Ferrari (1680-1744)”, Milano, Edizioni La Rete, 1965, pag.42 e ss pag. 95 e ss.

    Tela, Storie di Enea: Enea sbarca sulle sponde del Lazio, Lorenzo De Ferrari

    Oggetto: Tela
    Autore: Lorenzo De Ferrari
    Soggetto: Enea sbarca sulle sponde del Lazio
    Data: 1735 ca.
    Collezione:
    Ratti 1766, Collezione Bartolomeo Saluzzo
    Descrizione iconografica:
    Misure:
    Ubicazione d’epoca:
    Genova, Palazzo Giusso, Via Chiabrera 7
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1766, pag. 96
    - Soprani-Ratti 1769, pag 263
    - Ratti 1780, pag. 108
    - Alizeri 1875, pag. 44
    Fonte manoscritta:
    Annotazioni:
    - Ratti 1766 e 1780, indica tre tele di soggetto generico.
    - Dispersa dopo l’ultimo conflitto mondiale.
    Bibliografia:
    - E. Poleggi, F. Caraceni Poleggi (a cura di), “Descrizione della città di Genova da un anonimo del 1818”, Genova, Sagep, 1969, pag.237
    - E. Gavazza, “Lorenzo De Ferrari (1680-1744)”, Milano, Edizioni La Rete, 1965, pag.42 e ss pag. 95 e ss.

    Tela, Storie di Enea: Plutone e Proserpina, Lorenzo De Ferrari

    Oggetto: Tela
    Autore: Lorenzo De Ferrari
    Soggetto: Plutone e Proserpina
    Data: 1735 ca.
    Collezione: Ratti 1766, Collezione Bartolomeo Saluzzo
    Descrizione iconografica:
    Misure:
    Ubicazione d’epoca: Genova, Palazzo Giusso, Via Chiabrera 7
    Ubicazione attuale:
    Fonti a stampa:
    - Ratti 1766, pag. 96
    - Soprani-Ratti 1769, pag 263
    - Ratti 1780, pag. 108
    - Alizeri 1875, pag. 44
    Fonte manoscritta:
    Annotazioni:
    - Ratti 1766 e 1780, indica tre tele di soggetto generico.
    - Dispersa dopo l’ultimo conflitto mondiale.
    Bibliografia:
    - E. Poleggi, F. Caraceni Poleggi (a cura di), “Descrizione della città di Genova da un anonimo del 1818”, Genova, Sagep, 1969, pag. 237.
    - E. Gavazza, “Lorenzo De Ferrari (1680-1744)”, Milano, Edizioni La Rete, 1965, pag.42 e ss pag. 95 e ss.