Villa Gruber-De Mari

Da FoscaGeWiki.

Categoria: Villa

Denominazione: Villa Gruber già De Mari

Indice

Ubicazione

Circoscrizione: Castelletto

Indirizzo: Corso Solferino, 27


Notizie storiche

Secolo: XVI sec, con successive modifiche nel XVIII e XIX sec.

Uso storico: Dimora privata

Uso attuale: Sede del Museo Americanistico "Federico Lunardi"

Descrizione

La villa sorge subito al di sotto dell’antica cinta di mura tra salita S. Rocco e salita S.Anna. Costruita dal nobile genovese Stefano de Mari nella seconda metà del Cinquecento, essa include la retrostante torre di avvistamento coeva all’epoca di edificazione, ancora oggi ben visibile. Al primo decennio del secolo successivo risale invece la chiesa di Santa Maria della Sanità (progetto di Giovanni Ponzello) in origine chiesa patrizia della famiglia. La villa è inoltre situata in posizione elevata e panoramica all’interno di un ampio parco all’inglese tra macchie alberate: lo spazio verde, oggi notevolmente ridotto, si distingueva per la sua bellezza; le fonti ci parlano di boschetti di alloro e prati verdi, fontane, scale e scalette, terrazze panoramiche e soprattutto giganteschi superbi alberi secolari di varie specie: cipressi, cedri del Libano, magnolie, oltre a un viale in salita, fiancheggiato da aranci e rose nelle aiuole.

Nel corso dei secoli l'edificio è stato oggetto di modifiche e rifacimenti; in generale le forme attuali si raggiunsero solo alla fine del XVIII secolo, quando venne realizzata la “sala delle colonne” e venne riedificata la facciata in stile neoclassico - arricchita da un frontone decorato a bassorilievo e lesene e capitelli in stile ionico - di forte impatto e non priva di fascino: subito al di sotto di essa, si apre un’ampia terrazza panoramica, in comunicazione col parco sottostante grazie a una scala a tenaglie con rampe convergenti.

Nel 1856 la proprietà passò all’industriale austriaco Adolf Gruber, da cui ancora oggi la villa prende il nome; la famiglia effetuò alcune modifiche negli ambienti interni, ma l’aspetto globale dell’edificio rimase sostanzialmente il medesimo. Agli inizi del secolo scorso inoltre fu costruita all'interno del parco una raffinata palazzina in stile liberty, oggi in grave stato di conservazione a causa del pressochè totale stato di abbandono. La villa con gli ampi spazi verdi circostanti furono poi ceduti negli anni Trenta dello scorso secolo alla Società Perrone, che ne ordinò la lottizzazione del parco in favore dell’edificazione di eleganti palazzine, e conseguentemente la riduzione degli ampi spazi verdi circostanti. Ciononostante, ancora oggi il parco di villa Gruber è un gradevole angolo verde del quartiere di Castelletto, trasformato in parco pubblico da quando il Comune di Genova è diventato proprietario della villa; attualmente in cattivo stato di conservazione, essa è stata destinata ad accogliere la sede del Museo Americanistico Federico Lunardi (collezione di reperti archeologici delle civiltà precolombiane) e la locale Stazione dei Carabinieri. Attualmente non è possibile visitare l'interno della villa, a causa della presenza di un cantiere.

Immagini

Immagine:VillaGruber.jpg

Villa Gruber-De Mari con il suo parco


Immagine:palazzina liberty.jpg

La palazzina liberty

Bibliografia

AA.VV. "Le ville del Genovesato", Genova, Valenti Editore, 1987.



Compilazione

Nome compilatore: Carolina Drago

Data: Novembre 2009

Responsabile: Prof.ssa Maurizia Migliorini

Nome revisore: Gabriele Pantaleo

Data: 2013

Responsabile: Prof.ssa Maurizia Migliorini

Strumenti personali