Storia di Mentone

Da FoscaWiki.

(Differenze fra le revisioni)
Versione del 18:18, 11 Jul 2007 (modifica)
Silvia Bregliano (Discussione | contributi)

← Differenza precedente
Versione del 18:20, 11 Jul 2007 (modifica)
Silvia Bregliano (Discussione | contributi)

Differenza successiva →
Riga 13: Riga 13:
[[Immagine:mentone.jpg]] [[Immagine:mentone2.jpg]] [[Immagine:mentone.jpg]] [[Immagine:mentone2.jpg]]
- +''Veduta di Mentone'' ''Il porto di Mentone''
-''Veduta di Mentone'' ''Il porto di Mentone''+

Versione del 18:20, 11 Jul 2007

Città pittoresca e solare alla quale calma e pulizia si associa cultura e folklore. Mentone è la prima città francese che troviamo arrivando dall’Italia, ed è particolarmente suggestiva l’atmosfera che si viene a creare durante le ore del tramonto, dove sotto il cielo blu, si nascondono le luci della Baia Garavan, donando un suggestivo benvenuto a coloro che arrivano nella tanto amata Costa Azzurra.
Tranquilla, colorata e frequentatissima da un turismo soprattutto italiano che apprezza tutto il lusso ed il fascino della Costa Azzurra e del Principato di Monaco, senza allontanarsi troppo dall’Italia.
La storia di Mentone, come per altri centri costieri in Costa Azzurra, è caratterizzata da continui conflitti, passaggi di mano tra signori locali e visite di pirati provenienti dal Mediterraneo orientale.
L’architettura delle abitazioni serrate l’una all’altra per formare una specie di anfiteatro, è tipica dei borghi medioevali costieri delle Alpi Marittime francesi e liguri. Le abitazioni stesse erano le mura protettrici da attacchi ed incursioni: è affascinante immaginare come doveva essere arduo entrare nel centro abitato e riuscire ad evitare i colpi inferti dall’alto delle abitazioni.
Percorrendo le strette viuzze, ci rendiamo facilmente conto che non erano studiate per essere facilmente percorribili, anzi, avevano la funzione contraria di essere di maggiore impaccio e facilmente bloccabili per scoraggiare eventuali orde di pirati. Alcuni caratteri orientali all’interno di Mentone ci ricordano che nonostante le avversità, i saraceni riuscirono comunque ad insediarsi da queste parti arrivando addirittura ad influenzare il dialetto Mentonnais: curioso vernacolo composto da francese, italiano, spagnolo ed arabo.
Tracce di un passato glorioso sono i resti di alcuni stendardi turchi “rubati” dagli abitanti di Mentone durante l’importantissima battaglia di Lepanto: battaglia che più contribuì a salvaguardare la civiltà europea e la sua cristianità, contro le incursioni saracene.
Di proprietà della Famiglia Grimaldi di Monaco fino al 1.848 data in cui la cittadinanza si ribellò al Principato dichiarandosi libera. La città di Mentone diventò francese nel 1.860 assieme alla contea di Nizza.


Immagine:mentone.jpg Immagine:mentone2.jpg Veduta di Mentone Il porto di Mentone


La città di Mentone in Costa Azzurra festeggia il Carnevale da più di 70 anni con una festa suggestiva e profumata, la “Festa del Limone”.
Un agrume simbolo della Riviera francese, un profumato frutto che ne ricorda subito il mite clima ed i colori vivaci. La festa si svolge a tema, e prevede maestose sfilate diurne e notturne di carri mascherati, l’allestimento di un giardino (i famosi giardini Biòves) con favolose sculture di agrumi e composizioni floreali, festeggiamenti notturni con spettacoli pirotecnici sul mare. Ogni anno il tema a cui la festa è dedicata cambia e tutto ruota intorno al filone prescelto. Il periodo in cui si svolge la manifestazione comprende tre settimane consecutive in tempo di Carnevale, nel mese di febbraio, le sfilate si svolgono la domenica mentre per tutta la settimana è possibile visitare i giardini e il giovedì sera grande spettacolo notturno. Il palcoscenico privilegiato per assistere a tutti gli aspetti più vivaci della festa è la Promenade du Soleil, bellissima passeggiata di Mentone dove si svolgono le magnifiche sfilate di carri.

Immagine:mentonelimoni.jpg


                                                          Silvia Bregliano
Strumenti personali